La Mission

Il Consorzio, costituito ai sensi dell'art. 8 della Legge 381/91 e della legge 59/92 si ispira ai principi della mutualità, della solidarietà sociale, del rispetto della persona, principi che sono alla base della cooperazione mondiale ed in rapporto ad essi agisce. Il Consorzio opera senza fine di lucro con strumenti imprenditoriali per l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini; incrementa le capacità di rispondere ai bisogni dei territori e di promuovere processi di inclusione sociale, creazione di capitale sociale, distribuzione più equa delle opportunità. Il Consorzio è luogo di condivisione, scambio e confronto tra soggetti che hanno scelto di svolgere una parte significativa della propria azione di impresa in modo integrato con altri soggetti di imprenditorialità sociale.

Principi costitutivi del Consorzio sono:

  • la ricerca e la promozione di innovazione imprenditoriale e organizzativa;
  • l'integrazione delle risorse umane, economiche e di know how dei soci per meglio rispondere ai bisogni dei territori e agli interessi della collettività;
  • la creazione il consolidamento e i legami fiduciari e del capitale sociale sia tra i soci che nella collettività;
  • i processi di qualità.
Il Consorzio si riconosce come parte del movimento cooperativo e opera attivamente per definirne gli orientamenti, etici, strategici e organizzativi.
Il Consorzio, per poter curare nel miglior modo gli interessi dei soci e lo sviluppo socio economico e culturale delle comunità, deve cooperare attivamente con altri enti cooperativi, altre imprese ed imprese sociali ed organismi del Terzo Settore, su scala locale, nazionale e internazionale; prosegue un orientamento imprenditoriale teso al coordinamento e all'integrazione con altre cooperative sociali, allo sviluppo delle esperienze consortili e dei consorzi territoriali.

L'attività della consorzio, che costituisce l'oggetto sociale, nei limiti dello scopo consortile ed ai sensi delle leggi vigenti in materia, è la seguente:
  • assumere da amministrazioni statali, regionali, provinciali, comunali, da qualsiasi ente pubblico, anche autonomo, nonchè da qualsiasi committente anche privato, tramite procedure di gara e/o convenzioni, appalti di servizi, forniture e lavori, anche in global service, da svolgere in proprio o da affidare per la relativa esecuzione alle società consorziate: -facilitare l'assunzione diretta dei lavori da parte delle consorziate;
  • coordinare le politiche di sviluppo settoriale delle aziende consorziate, attraverso lo scambio di conoscenze professionali e tecnologiche, per consentire ad esse l'accesso a più ampie fasce di mercato nazionale, comunitario ed estero, riducendo le aree di conflittualità ed aumentando le sinergie anche promozionali, sostenendo azioni di diversificazione territoriale di prodotto e di modalità di acquisizione dei contratti.
Per il conseguimento di tali scopi, avvalendosi dei requisiti tecnico-economici delle consorziate, l'attività consortile può riguardare:
  • l'acquisto di beni strumentali;
  • lo svolgimento di azioni pubblicitarie e l'espletamento di studi e ricerche
  • di mercato;
  • la prestazione di assistenza tecnica
  • la gestione di centri meccanografici e contabili, o di altri servizi comuni;
  • la creazione di immagini e marchi;
  • svolgere consulenza alle associate per la progettazione e la gestione delle commesse, per l'efficiente impiego delle risorse finanziarie e per la formazione del management ed il miglioramento dell'organizzazione aziendale, consulenza fiscale, lavoro e legale.
  • costituire gruppi d'acquisto per le cooperative consorziate.
  • la creazione di un fondo economico e sostegno e rilancio delle aziende consorziate;
  • la contrazione in proprio e/o per conto dei propri consorziati di mutui e finanziamenti: sia ordinari che speciali con enti pubblici e privati;
Considerata l'attività mutualistica della società, nonchè i requisiti e gli interessi dei soci, il consorzio ha come mission le seguenti attività:
  • stimolare la collaborazione fra le cooperative con finalità di promozione umana e di inserimento sociale dei cittadini che soffrono condizioni di svantaggio e di emarginazione, anche coordinando l'attività tra le cooperative stesse in modo da renderla più produttiva ed incisiva sul tessuto sociale;
  • realizzare anche inserendo al lavoro, ex articolo 4 L.3891, persone svantaggiate, servizi di supporto e di consulenza tecnico amministrativa ed offrire quant'altro necessario, ivi compreso il a sostegno finanziario, alle cooperative consorziate per migliorare la loro efficacia operativa;
  • gestire attività di formazione ed addestramento, realizzate anche con l'ausilio della Regione e dei Fondi Comunitari, volte a stimolare ed accrescere la professionalità dei soci e di quanti partecipano all'attività delle cooperative;
  • favorire lo sviluppo e la produttività sociale dell'attività lavorativa delle cooperative, anche commercializzandone i prodotti ed offrendo a terzi, ivi compresi enti pubblici e privati - direttamente o tramite la partecipazione a gare d'appalto, licitazioni, ecc. -, prodotti e servizi;
  • attuare, sia direttamente che tramite le cooperative socie, iniziative di informazione e sensibilizzazione dei cittadini e degli enti pubblici sui problemi dell'emarginazione;
  • coordinare il rapporto delle associate con gli enti pubblici;
  • operare nel campo della cura ambientale, nel recupero ed il riuso di materiali e beni ai sensi delle normative vigenti.

Image 1